Gaza: Borrell, «Una carneficina che non si può accettare»

BRUXELLES – Il capo della diplomazia dell’Unione Europea, Borrell, ha definito gli eventi di ieri a Gaza come “una nuova carneficina” con esiti “totalmente inaccettabili”, seguiti alla morte di 112 palestinesi durante la distribuzione di aiuti. Secondo Hamas, l’esercito israeliano ha aperto il fuoco su persone che affollavano un convoglio di aiuti, mentre Israele ha descritto l’azione come un “tiro limitato” effettuato dai soldati che si sentivano “minacciati”. Il bilancio dei feriti ammonta a 760. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Guterres, si è detto “scioccato” dagli eventi, sottolineando la necessità di una “indagine indipendente” sulla tragedia.