Israele assicura nessun rischio per i Paesi Arabi ma Raisi avverte che ritorsioni contro l’Iran avranno risposte dolorose

ROMA – Israele ha garantito che la sua risposta all’Iran non metterà in pericolo i Paesi arabi della regione. Secondo quanto riferito dalla televisione Kan, Israele ha comunicato a Egitto, Giordania e agli Stati del Golfo che le sue azioni contro Teheran saranno calibrate in modo da evitare di coinvolgerli in una possibile reazione iraniana.

Questa rassicurazione viene in un momento di tensione crescente, sottolineando la cautela di Israele nel mantenere stabilità regionale mentre si prepara a rispondere alle minacce percepite dall’Iran. Gli stati informati rappresentano alleati chiave nella regione, e la comunicazione di Israele mira a prevenire malintesi e a rafforzare la cooperazione strategica in un contesto geopolitico complesso.

E intanto il presidente iraniano Ebrahim Raisi ha emesso un severo avvertimento riguardo le conseguenze di qualsiasi azione ostile contro l’Iran. Durante una conversazione telefonica con l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani, Raisi ha dichiarato: “L’attacco dell’Iran, volto a punire l’aggressore Israele, è stato un successo. Ora annunciamo con decisione che qualsiasi mossa di ritorsione contro l’Iran riceverà una risposta orribile, diffusa e dolorosa”.

Queste parole sottolineano l’intensificarsi delle tensioni nella regione, con l’Iran che si posiziona fermamente contro ulteriori provocazioni o attacchi, segnalando la propria capacità e volontà di rispondere con forza a qualsiasi minaccia alla sua sovranità.