Era sfuggito all’arresto a novembre, latitante del clan Abbinante preso dai carabinieri

GIUGLIANO – Lo scorso 7 novembre era sfuggito alla cattura ma i suoi giorni di latitanza sono finiti questa notte alle 2. Parliamo del 35enne Alessio Cuomo, contiguo al clan Abbinante – attivo nel quartiere Scampia e, in particolare, nelle “roccaforti” del rione Monterosa, Ises e zona della cd. “33”.
L’uomo era tra i 37 indagati nell’ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della DDA partenopea e eseguita dai carabinieri della compagnia Stella. Era sfuggito all’arresto ma i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Napoli, con il prezioso contributo del nucleo operativo della compagnia Stella, non avevano mai smesso di cercarlo.

Web patrolling, analisi delle immagini di videosorveglianza e pedinamenti vecchio stile hanno portato i carabinieri a Giugliano in Campania. Il 35enne si spostava continuamente ma le ininterrotte ore di indagini hanno permesso di stringere il cerchio in alcuni appartamenti di una strada chiusa nella cittadina a nord di Napoli.
Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nello stabile il latitante – in casa i genitori, la moglie e i figli – non ha opposto resistenza.

Cuomo sarà trasferito in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

L’articolo Era sfuggito all’arresto a novembre, latitante del clan Abbinante preso dai carabinieri proviene da Prima Campania: news 24 ore su 24.