Ex Whirlpool torneranno a lavoro in un capannone nell’area Stellantis di Pomigliano d’Arco. Acquisito dalla newco

NAPOLI – Va avanti spedito il piano industriale di reindustrializzazione dello stabilimento ex Whirlpool di Napoli ad opera della newco Italian Green Factory del gruppoo Tea Tek. Per accelerare l’attività ed in attesa della ristrutturazione dello stabiliemnnto di via Argine a Napoli, come annunciato dall’azienda, si è acquisito anche un altro capannone in modo da partire al più presto con la produzione e l’impiego dei dipendenti ex Whirlpool.  Italian Green Factory ha annunciato dunque l’acquisto di un nuovo immobile: «Italian Green Factory – si legge in una nota del gruppo – ha presentato formalmente l’offerta per acquisire un ulteriore immobile in provincia di Napoli, a pochi chilometri da via Argine, che sarà utilizzato per accelerare l’entrata in produzione della componentistica per la filiera del fotovoltaico, in attesa della realizzazione della nuova fabbrica presso il sito ex Whirlpool». La Tea Tek non precisa dove sia localizzato  il capannone, ma secondo indiscrezioni per circostanziate, si sa per certo che sia stato acquisito da Stellantis e che si trovi nell’area dello stabilimento automobilistico di Pomigliano d’Arco.

«Siamo orgogliosi – spiega il Ceo di Italian Green Factory Felice Granisso – di poter annunciare l’aggiudicazione di un immobile di 32mila metri quadri che ci consentirà di mettere in atto l’acceleration plan proposto nei giorni scorsi a Governo e Invitalia e altresì presentato alle parti sociali.  La nostra offerta vincolante è stata formalmente accettata: seguirà entro poche settimane la stipula del contratto di compravendita definitivo per l’immobile. Contiamo, grazie a questi nuovi spazi, di far partire la produzione di power skid e inseguitori solari nell’arco dei prossimi 12 mesi  consentendoci di rispondere alle richieste di forniture già pervenute all’azienda». «L’obiettivo – ribadisce Granisso – è quello di accelerare e potenziare il progetto di Italian Green Factory, grazie a business e market opportunity a breve termine, che consentiranno il posizionamento strategico dell’impresa sul mercato. Così – conclude – sarà più veloce anche il ritorno al lavoro per gli addetti ex Whirlpool, in attesa della nuova fabbrica che sorgerà in via Argine, area oggi interessata alle demolizioni dei vecchi opifici».

I sindacati si dicono soddisfatti per questa nuova accelerazione del piano. «Oggi  – spiegano Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile elettrodomestico e Mauro Cristiani, segretario generale Fiom-Cgil di Napoli – Italian Green Factory annuncia l’acquisizione di un ulteriore immobile a Napoli che sarà utilizzato per accelerare l’entrata in produzione della componentistica per la filiera del fotovoltaico, in attesa della realizzazione della nuova fabbrica di via Argine presso lo stabilimento ex Whirlpool. Questo per le lavoratrici e i lavoratori della TeaTek Group, ex Whirlpool di Napoli, significa l’avvio di una parte del piano industriale che prevederà che già da gennaio 2025 inizino a lavorare oltre 120 persone.
Accogliamo con soddisfazione l’accelerazione del progetto industriale della TeaTek Group, che ha l’obiettivo riportare a lavoro tutti i dipendenti della ex Whirlpool entro gennaio 2026 nella nuova fabbrica di via Argine 310. Inoltre, l’implementazione del piano industriale con l’acquisto di questo nuovo immobile comporterà occupazione aggiuntiva rispetto ai 294 lavoratori ex Whirlpool di Napoli. Il ritorno al lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori della ex Whirlpool di Napoli diventa sempre più concreto, a dimostrazione ancora una volta che la lotta paga».

L’articolo Ex Whirlpool torneranno a lavoro in un capannone nell’area Stellantis di Pomigliano d’Arco. Acquisito dalla newco proviene da Prima Campania: news 24 ore su 24.