Il crollo del ponte di Baltimora (USA) dopo lo scontro con la nave cargo: 20 dispersi

Il ponte di Baltimora crollato

Il ponte Francis Scott Key di Baltimora, Maryland, è crollato durante la notte a causa di una collisione con una nave cargo registrata a Singapore. Due persone sono state salvate, ma si teme per la sorte di circa una ventina di dispersi. L’incidente ha visto la caduta in acqua di almeno sette veicoli, tra cui un camion, avvenuta intorno all’1:30 del mattino ora locale. La nave container ha preso fuoco e successivamente è affondata.

Il sindaco di Baltimora, Brendon Scott, ha definito l’accaduto una “tragedia inconcepibile”, esprimendo vicinanza alle persone coinvolte. Si è appreso che tutti i membri dell’equipaggio del mercantile Dali, responsabile del crollo del ponte, sono illesi. La compagnia di navigazione ha confermato la sicurezza dell’equipaggio e ha dichiarato che si sta collaborando con le autorità per determinare la causa dell’incidente, come riportato dal New York Times.

Le autorità hanno chiuso tutte le strade che conducono a Baltimora, compresa la I-695, che permetteva di evitare il centro città passando per il ponte. Emergono dettagli sulla dinamica dell’incidente: la nave Dali avrebbe perso potenza e deviato dalla rotta poco prima dello scontro, come mostrato in un video di sicurezza. Si segnala una vasta fuoriuscita di carburante diesel nel fiume di Baltimora a seguito del crollo.

Il governatore del Maryland, Wes Moore, ha dichiarato lo stato di emergenza, mobilitando un team per coordinare l’arrivo di aiuti federali e gestire la risposta all’emergenza. Il portavoce dei vigili del fuoco di Baltimora, Kevin Cartwright, ha descritto il crollo come un “evento di perdite di massa”, evidenziando gli sforzi in corso per il salvataggio in acqua, con l’avvertenza che le basse temperature rappresentano un rischio di ipotermia per i sopravvissuti.

Aperto nel 1977, il ponte Francis Scott-Key costituiva un importante snodo per il traffico lungo la East Coast degli Stati Uniti e una via autorizzata per il trasporto di merci pericolose attraverso il porto di Baltimora. L’arco centrale colpito misura 366 metri, classificandosi al terzo posto mondiale per lunghezza.

Il ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, ha espresso vicinanza agli Stati Uniti, rivolgendo una preghiera per le vittime e sperando nella sicurezza dei dispersi.